PREPARAZIONE DEL TAMPONE FOSFATO

12 Novembre 2020 | giochi della chimica 2012 fase nazionale classi A-B | di misefari | 0 Commenti
Download PDF

PREPARAZIONE DEL TAMPONE FOSFATO

SCOPO DELL’ESPERIENZA:

  • preparazione di un tampone fosfato 0,01 M attraverso la diluizione di un tampone 0,05 M;
  • studio della variazione del pH di 100 ml d’acqua all’aggiunta di idrossido di sodio in quantità prefissate
  • confronto del volume di idrossido di sodio usato per l’acqua con quello da utilizzare per provocare la stessa variazione di pH in 100 ml di tampone fosfato 0,01 M;

MAERIALI :

  • bacchetta di vetro;
  • pipetta Pasteur;
  • acqua;
  • soluzione di NaOH 0.5 M;
  • potassio fosfato monobasico (KH2PO4) in polvere (Mr = 136 g/mol);
  • potassio fosfato bibasico (K2HPO4) in polvere (Mr = 174.2 g/mol);
  • 2 navicelle medie di plastica per la pesatura dei sali;
  • 2 spatolette di acciaio;
  • imbutino;

STRUMENTAZIONE:

  • indicatore universale: cartina al tornasole, sensibile alla variazione di un’unità di pH;
  • 2 beute in pirex da 250 ml;
  • beker da 200 ml;
  • cilindro graduato da 25 ml;
  • matraccio da 100 ml;
  • bilancia elettronica con sensibilità 1 mg (ha degli sportelletti in vetro che evitano che gli spostamenti d’aria falsino le letture effettuate);

FASI DI ESECUZIONE DELL’ESPERIENZA

  • prelevamento di un volume d’acqua con una delle beute;
  • riempimento del matraccio con l’acqua, con l’ausilio dell’imbutino;
  • riempimento della beuta precedentemente svuotata, con i 100 ml d’acqua prelevati nel matraccio;
  • misura del pH iniziale dell’acqua e studio della sua variazione, con le cartine al tornasole, all’aggiunta dell’idrossido di sodio in quantità prefissate;
  • pesatura delle quantità di sali necessarie alla preparazione di 100 ml di tampone con concentrazione 0,05 M;
  • prelevamento di 20 ml di tampone 0.05M e diluizione di questi nell’altra beuta per ottenere il tampone fosfato a concentrazione 0,01 M, portando al volume di 100 ml con l’aggiunta di 80 ml d’acqua;
  • misura del pH iniziale del tampone e studio della sua variazione attraverso l’uso delle cartine al tornasole, all’aggiunta dell’idrossido di sodio in quantità tale da provocare la stessa variazione di pH dell’acqua;
  • costruzione dei grafici per lo studio delle variazioni del pH dell’acqua e del tampone fosfato;

Per misurare di volta in volta il pH si bagna l’estremità della bacchetta di vetro con la soluzione e se ne lascia cadere una o due gocce su un pezzetto di cartina al tornasole.

print
   Send article as PDF   

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*